logotype
Il pieno sviluppo del Neolitico in Italia

Convegno. Finalborgo, Museo Archeologico del Finale, 8-10 giugno 2009

Il Museo Archeologico del Finale e l’Auditorium di Santa Caterina in Finalborgo, da lunedì 8 a mercoledì 10 giugno 2009, hanno ospitato 120 studiosi, italiani e stranieri, che si sono incontrati a Finale Ligure per presentare le più recenti e importanti scoperte effettuate in Italia sul pieno Neolitico, periodo corrispondente all’incirca al V millennio avanti Cristo.

La tre giorni di studi è stata promossa dall’Università di Roma “La Sapienza” (Dipartimento di Scienze Storiche, Archeologiche e Antropologiche dell’Antichità), la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria e la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna (comitato scientifico formato da Alessandra Manfredini, Maria Bernabò Brea e Roberto Maggi) con la collaborazione organizzativa della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria, del Museo Archeologico del Finale, dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri e del Comune di Finale Ligure.

Lo spunto per organizzare questo incontro è nato dall’esigenza di focalizzare l’attenzione e confrontare le conoscenze – anche alla luce dei dati più recenti – su un momento particolarmente significativo della preistoria italiana. Modificazioni importanti nella struttura sociale, negli aspetti tecnologici ed economici, un mondo ideologico dalle articolate manifestazioni interessarono, in questo millennio, sia l’Italia peninsulare, sia quella settentrionale.
La volontà di mettere a confronto ambiti culturali spesso molto diversi tra loro è stata realizzata durante l’incontro grazie alla sua strutturazione in tavole rotonde, molto partecipate ed animate, durante le quali gli studiosi intervenuti hanno potuto confrontarsi e mettere in luce quei parziali collegamenti e riscontri nella cultura materiale o nell’ideologia che i contesti oggetto di indagine mostrano, al di là di inevitabili specificità locali.

Le sezioni del convegno, fortemente interrelate tra loro, hanno evidenziato, nella loro specificità, caratteri comuni che, a tratti, attraversano tutta la penisola, sottolineando rapporti ed interrelazioni tra gruppi: i caratteri delle popolazioni da un punto di vista fisico e culturale, le tracce impresse sugli individui dallo stile di vita, i tempi e i modi dell’interazione con l’ambiente sia nelle scelte insediamentali, sia nello sfruttamento delle risorse, i mezzi tecnici messi in atto, l’identificazione culturale esibita o celata nelle produzioni materiali, i sistemi di rappresentazione del mondo ideologico, interpretabili in parte come ricostruzione della realtà sociale.

La scelta di Finale Ligure per questo incontro non è stata casuale. Il Finalese, come noto, è un territorio di grande valore naturalistico, archeologico e paesaggistico. 
Fin dall’Ottocento, nelle valli interne o lungo la costa, gli archeologi hanno qui ritrovato importanti testimonianze della Preistoria, ed in particolare proprio del Neolitico. Il sito archeologico più celebre è sicuramente la Caverna delle Arene Candide, un archivio di preziosi ed eccezionali reperti delle culture umane tra 28.000 anni fa ed il VII secolo d.C., ora al centro di un progetto di valorizzazione promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria e dalla Regione Liguria, nell’ambito del quale sono state avviate nuove indagini scientifiche condotte da ricercatori di Università italiane e straniere, grazie anche al supporto del Comune di Finale Ligure e della Freddy Spa.

Nell’ultima giornata di convegno proprio la Caverna delle Arene Candide è stata protagonista, grazie ad una escursione con visita guidata alla quale hanno preso parte oltre ottanta studiosi, che hanno potuto – tra l’altro – vedere il cantiere di scavo dedicato alle indagini nei livelli paleolitici, a cura della Mc Gill University sotto la direzione del prof. Julien Riel Salvatore, in quelle giornate in corso di svolgimento.

L’elevato numero di contributi sarà pubblicato su un numero monografico speciale della “Rivista di Studi Liguri”.

 

Info

Museo Archeologico
del Finale

Chiostri di Santa Caterina

I-17024
FINALE LIGURE BORGO (SV)

Tel.:
+39 019.690020
Fax:
+39 019.681022

E-mail:
info@museoarcheofinale.it

Leggi tutto

Biglietti

Intero / Adults
5,00

Ridotto / Students / Seniors
3,00

Comitive / Groups
€ 2,00

Scuole / School Groups
3,00 a studente

Scopri tutti gli sconti

Prenota la tua visita

Orario

Da Settembre a Giugno: da martedì a domenica, ore 9.00-12.00 / 14.30-17.00

Luglio e Agosto: da martedì a domenica, ore 10.00-13.00 / 16.00-19.00

Lunedì chiuso

Mappa

Facebook