logotype
Riflessi del Passato

Vetri da scavi archeologici nel Finale
13 settembre 2003 - 11 gennaio 2004

La mostra, organizzata col patrocinio della Regione Liguria, dal Museo Archeologico del Finale, dalla sezione finalese dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri, dalla Soprintendenza per i beni archeologici della Liguria e dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Finale Ligure, ha presentato un’esposizione unitaria di oggetti in vetro che vanno dall'età romana ai tempi recenti, solitamente conservati presso i depositi del museo. È stato così offerto ai visitatori un percorso che mette in evidenza l'uso del vetro nei diversi periodi e la sua rilevanza nella vita quotidiana ed in occasioni particolari, quali i rituali funerari. Tutti i reperti esposti provengono da vecchi o da più recenti scavi archeologici condotti nel Finale.

Intento dell’esposizione quello di richiamare l’attenzione del visitatore su questa classe di materiali che, a causa della loro fragilità, sono spesso recuperati in piccoli frammenti e richiedono un paziente lavoro di ricomposizione per ricostruire le forme ed ottenere quelle informazioni sulle connotazioni sociali e culturali dell’insediamento, sulla produzione, provenienza e destinazione funzionale dei manufatti, obiettivi primari di ogni indagine archeologica. Dopo l’introduzione nell’area siriaca, tra il 70 e il 50 a.C., della tecnica della soffiatura nella produzione vetraria, si assistette ad una rapida diffusione in tutto il Mediterraneo di officine dove operavano artigiani specializzati, che nel tempo adottarono materie prime e tecniche che si mantennero sostanzialmente inalterate fino all’avvento della “rivoluzione industriale”. Attraverso gli oggetti esposti ed i pannelli illustrativi non si è inteso tanto sottolineare i problemi connessi alle tecniche di produzione ed alla commercializzazione di oggetti in vetro, quanto piuttosto cercare di mettere in evidenza il loro ruolo nella vita quotidiana nelle diverse situazioni culturali, politiche e socio-economiche che si sono succedute nel territorio, quali riflessi delle abitudini alimentari, degli usi e delle mode.

La mostra, realizzata col contributo della Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, è stata curata da Daniele Arobba, Francesca Bulgarelli, Carlo Falcetti, Alessandra Frondoni, Giovanni Murialdo, Paolo Palazzi, Loredana Parodi, Giuseppe Vicino.

 

Info

Museo Archeologico
del Finale

Chiostri di Santa Caterina

I-17024
FINALE LIGURE BORGO (SV)

Tel.:
+39 019.690020
Fax:
+39 019.681022

E-mail:
info@museoarcheofinale.it

Leggi tutto

Biglietti

Intero / Adults
5,00

Ridotto / Students / Seniors
3,00

Comitive / Groups
€ 2,00

Scuole / School Groups
3,00 a studente

Scopri tutti gli sconti

Prenota la tua visita

Orario

da martedì a domenica, ore 9.00-12.00 / 14.30-17.00

lunedì chiuso

Mappa

Facebook